Negli ultimi anni è diventato sempre più crescente l'interesse verso interventi non farmacologici nell'ambito delle demenze.Diversi studi hanno dimostrato benefici maggiori a livello cognitivo quando il trattamento farmacologico viene associato ad un trattamento non farmacologico (Onder et al., 2005; Matsuda 2007). Inoltre, con l’avvento delle nuove tecnologie è possibile, attraverso specifici software, attuare la riabilitazione cognitiva (Lynch B. 2002). Attraverso l'esercizio fisico realizzato mediante l'ortoterapia e il walking proveremo a stimolare l'anziano a livello psicofisico poiché studi scientifici dimostrerebbero che l'attività fisica è anche un rimedio per gli adulti con problemi di memoria causati da demenza senile o disturbi neurodegenerativi. Pertanto, il progetto propone attività di assistenza socio-sanitaria agli anziani e alle loro famiglie attraverso l’uso di trattamenti terapeutici non farmacologici, quali arteterapia, musicoterapia, ortoterapia, attività di walking e “camminata virtuale”. Per quest'ultima attività verranno ristrutturati appositi locali, siti in via Lascari, n. 7, Paternò (CT). Per garantire la partecipazione degli utenti alle suddette attività e ridurre il carico assistenziale dei familiari verrà acquistato un mezzo di trasporto. Tutte le iniziative verranno videoregistrate, inserite in un sito internet al fine di promuovere e far conoscere le nostre attività.

L'obiettivo generale del progetto è migliorare la qualità di vita dell'anziano e del caregiver. Obiettivo generale rivolto all'anziano: stimolare le capacità residue del soggetto così da riabilitare le sue aree carenti; obiettivi specifici: monitorare il funzionamento cognitivo; rallentare il decadimento cognitivo; agevolare i processi di socializzazione così da agire sul benessere psicologico. Obiettivo generale rivolto ai familiari: fornire supporto psicologico e realizzare interventi di formazione/informazione su come prevenire i rischi di malattie neuro-degenerative; obiettivi specifici: ridurre il carico assistenziale; sostenere i caregivers nella gestione di situazioni problematiche attraverso interventi psicoeducativi.